venerdì 30 settembre 2016

Stefano Bettarini si Confessa nella Casa del Grande Fratello VIP: quale sarà la Reazione di Simona Ventura?




Quello che Bettarini ha raccontato è o no, la verità? E se fosse? Cosa penserà Simona Ventura e tutti i nomi messi alla gogna mediatica?

          Voglia di stupire o di lasciarsi andare definitivamente in confessioni che riguarderebbero non solo la sua vita privata, ma anche quella della ex moglie Simona Ventura con cui è stato sposato dal ’98 al 2008 e da cui ha avuto due bellissimi figli, Niccolò, Giacomo e la figlia adottiva Caterina. Probabilmente tutto questo gran parlare di Stefano Bettarini, della sua vita privata e delle relazioni avute in passato, certamente causa del divorzio con la moglie Simona, sono oggi dai social web ritenuti una vera umiliazione per quella che sembrava, allora, una donna felicemente sposata e nel pieno del successo. Oggi non si fa che parlare di loro e di quello che Stefano Bettarini, verso le tre di notte, all’interno della casa del Grande Fratello Vip, avrebbe confessato al suo ‘coinquilino’ Clemente Russo. I racconti sui ripetuti tradimenti si sarebbero succeduti negli anni di matrimonio e ha tenuto utile informarci, che è sempre riuscito a nascondere efficacemente le sue continue relazioni. In seguito a queste comunicazioni avrebbe rivelato, davanti ai milioni di telespettatori ringalluzziti dalle notizie che si stanno succedendo nella casa, di averla scoperta con Giorgio Gori, l’allora presidente della società Magnolia produttrice dell’Isola dei Famosi e ora sindaco della città di Bergamo e ‘felicemente’ sposato con Cristina Parodi.


Le scappatelle di Bettarini
Probabilmente, colto dall’irrefrenabile desiderio di sentirsi centro dell’attenzione pubblica, ha proseguito confessando i vari nomi delle presunte personalità che avrebbero ‘goduto’ dei suoi favori. Al primo posto, perché senza eguali sotto le lenzuola, sarebbe la showgirl Antonella Mosetti (nello stesso programma GF Vip), che allora lavorava con la moglie, alla conduzione, fra il 2001 e il 2011 del programma ‘Quelli che il Calcio’; (la relazione fu scoperta e venne ‘licenziata’ dalla stessa Ventura). In seguito alla prima confessione spunta il nome di Alessia Mancini, ex compagna di Ezio Greggio e ora moglie di Flavio Montrucchio; poi alessia F, Barbara, Sabrina, Pamela, Anna, e anche una famosissima showgirl argentina cui preferisce tacere il nome. Ovviamente sul web si è aperta la ‘caccia’ verso quest’ultima, e le indiscrezioni che ne vengono fuori sembrerebbero molto altisonanti. Durante le confessioni spontanee dell’ex marito di Simona Ventura, Clemente Russo ha ascoltato in silenzio, finché non ha espresso un pensiero non molto cordiale nei confronti della Ventura. Noi crediamo che la regia del format tanto atteso dagli ammiratori dei personaggi che oggi vi sono all’interno, possa ritenersi soddisfatta di avere ‘catturato’ e mandato in onda le confessioni di Stefano Bettarini, che per qualche strana ragione potrebbe non essersi reso conto di quel che ha fatto.
Oppure si?
Vedremo cosa risponderà Simona Ventura sulle provocazioni e piccanti rivelazioni dell’ex marito.
Emidio

Fonte


OCCHIO BIONICO: IL CAMMINO DELLA SCIENZA CONTRO LE MALATTIE DELLA RETINA




LA SCIENZA HA FATTO PASSI DA GIGANTE E QUESTA VOLTA RACCONTA IL SUCCESSO COMPIUTO, CONTRO LE MALATTIE DELLA RETINA


Argus II è il nome della Protesi Retinica impiantata in una paziente colpita dalla malattia di Stargardt (rara forma degenerativa ereditaria che colpisce la retina di una persona su 10.000),  che le avrebbe permesso di ‘rivedere il mondo’, anche se in parte. Quest’occhio bionico è stato inventato e messo in commercio dalla Second Sight Medical Products (azienda californiana che nei primi anni 2000 intraprese la sperimentazione su persone con disabilità visive), ed è risultato idoneo verso le patologie quali la coroideremia, la sindrome di Usher e le retiniti pigmentose. La prima paziente che ha avuto la ‘fortuna’ di riacquistare parte della vista, grazie a questa protesi bionica installata su un occhiale esterno, ha sessantasette anni e si chiama Lucia. Il suo caso è stato preso in esame dal professor Stanislao Rizzo dell’AOUC (Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi) di Firenze, che in seguito a un intervento di circa due ore le avrebbe impiantato una matrice di elettrodi nella retina, utilizzati per collegarsi a una mini videocamera, che trasmette gli impulsi elettrici al sistema wireless dell’occhiale esterno ‘indossato’ dalla paziente.

Il funzionamento dell’occhio bionico
La dottoressa Maura Arsiero (Director Business Development dell’azienda californiana) spiega, in un’intervista resa al periodico settimanale Panorama, che il dispositivo “è composto di una banda sclerale di silicone, (cerchiaggio utilizzato nel distacco della retina), che viene sistemato chirurgicamente sotto i quattro muscoli dell’occhio e che proprio li, conterrebbe un’antenna ricetrasmittente all’interno di un involucro in titanio, dove si trova ‘il cuore’ di tutta l’elettronica che permetterebbe la connessione ai due accessori esterni (occhiale e video processore). Il sistema, collegato a una matrice di sessanta elettrodi e 'posizionato' sul fondo dell’occhio, riuscirà a bypassare le cellule morte, ormai inutili, stimolando quelle ancora attive nell’occhio del paziente e ridandogli una visione ravvicinata; questo grazie a stimolazioni elettriche in grado di creare dei disegni luminosi che l’ipovedente imparerà a riconoscere in tutte le sue forme; esempio: la sagoma di una persona, un albero, una macchina, degli oggetti riconoscibili, porte, finestre e quant’altro”. In seguito al successo di questa nuova tecnologia bionica, gli studi si stanno rivolgendo alla maculopatia degenerativa dell’anziano; una patologia che avrebbe colpito oltre 20.000 persone in Italia.

EMIDIO

FONTE


mercoledì 28 settembre 2016

RIAPERTO IL CASO DI EMILIE, LA 17ENNE SUICIDA VITTIMA DI BULLISMO




Lille: la denuncia dei genitori di Emilie, potrebbe aiutare le vittime di bullismo a uscire dal baratro.

       
    A distanza di nove mesi si riapre la ferita dei genitori che ricordano Emilie, la figlia 17enne suicidatasi il 22 gennaio del 2016, perché vittima di bullismo nella scuola che frequentava. Come ogni adolescente che vive l’angoscia della propria esistenza, anche Emilie teneva un diario segreto in cui raccontare le proprie paure, le preoccupazioni e perché no, anche quelle speranze che troppo spesso sembrano  diventare irraggiungibili. Dopo tutto questo tempo, i genitori hanno concesso a ‘La Voix du Nord’, un giornale del nord della Francia, di rendere pubbliche alcune pagine del diario segreto di Emilie, il suo unico 'amico' e confidente trovato dopo il decesso, in cui si evincono intere pagine di sofferenze e sentimenti repressi raccontati, mentre era vittima di bullismo nell’istituto scolastico ‘Notre-Dame de la Paix’ che frequentava. Purtroppo è sempre troppo tardi quando ci si accorge di determinati atteggiamenti che stanno ‘marchiando’ l’esistenza delle vittime di bullismo, e nonostante i genitori avessero intuito e notato gli strani comportamenti della figlia, non gli hanno dato importanza credendoli atteggiamenti depressivi dovuti alla loro separazione.

Lo sguardo dell’inquisizione
Le pagine del diario rese pubbliche, hanno ‘mostrato’ il disagio quotidiano di Emilie vissuto tra i banchi della scuola e i lunghi corridoi 'fatti d'insulti'. “I bagni sono l’unico luogo di questo fott… posto in cui stare tranquilla”, scriveva nel suo diario; l’unico angolo sereno, fuori dagli sberleffi del bullismo. Il suo supplizio erano gli sguardi addosso dei compagni, il mormorio sul suo modo di vestire e i commenti che tutti potevano sentire e che ogni volta la ferivano irrimediabilmente affondandola nel baratro della depressione. In seguito al suo suicidio avvenuto circa nove mesi fa, la visione del diario ed essersi resi conto della sofferenza subita dalla figlia, i genitori hanno denunciato l’istituto scolastico perché considerato responsabile del silenzio dei docenti. “Clocharde” era chiamata dai compagni, mentre trattenendo le lacrime scappava via tappandosi le orecchie per ‘zittire’ quegli insulti, scivolando tra gli sputi della cattiveria e i libri gettati in aria con modo beffardo. Il silenzio di Emilie, la 17enne ‘violentata’ dal bullismo, era forte mentre scriveva: “Non voglio che i miei genitori pensino di aver generato una pura sub-mer…”, e forse per questo ha preferito lasciarsi andare, scappando in un luogo che la rendesse più felice. 

Emidio 


Un Cuore in Salute: come Combattere il Diabete controllando Glicemia e Colesterolo



Non sono mai sufficienti le informazioni degli esperti, per il buon funzionamento dell'organismo e per tenere lontani i problemi di cuore.

Il cuore in #salute è la definizione esatta che dovrebbe adottare ogni cittadino, salvaguardando le proprie condizioni fisiche 'minate' irrimediabilmente da una cattiva alimentazione. Di cosa stiamo parlando è certamente la domanda che tante persone, leggendo l'articolo, si staranno ponendo; quindi non resta che 'accendere i riflettori' sulle problematiche cui l'organismo va incontro e subisce, a causa di una scorretta alimentazione che indirizza, indistintamente, a una pericolosa patologia. Una delle malattie che mettono a rischio il cuore, e non solo, è il diabete, un disturbo glicemico legato allo squilibrio eccessivo di zuccheri nel sangue che non sempre viene 'avvertito'. Molte persone non sanno, finché la patologia non presenta effetti collaterali più importanti, di avere un eccessivo deposito di colesterolo e zuccheri nel sangue. 

Sintomi della patologia
Il corpo è composto da un meccanismo talmente perfetto cui raramente diamo 'ascolto'; risulta un contenitore di 'campanellini' in grado di segnalare le problematiche cui va incontro e per comprenderlo basterebbe ascoltare e osservare ogni sintomo che irrompe nel suo 'silenzioso' benessere. I primi campanelli d'allarme, o sintomi di un suo 'cattivo' funzionamento, sono la stanchezza, la depressione, l'irritabilità e il mal di testa; che poi si cronicizzano portando scompensi ad altri organi quali la circolazione, i reni, il cuore e gli occhi. Per evitare malattie a organi di vitale importanza, è sufficiente conoscere i parametri che stabiliscono la corretta misurazione dei livelli di glicemia e del colesterolo. Vediamo quali sono e come tenerli sotto controllo.

Parametri glicemia e colesterolo
Per mantenere #glicemia e colesterolo in uno stato considerato 'ottimale' per il nostro organismo, bisogna sapere come rispettarlo e quali sono i valori che non devono metterlo in allarme. Il valore di glucosio nel sangue, prima di alimentarsi, dovrà oscillare tra i 65 e i 110 mg/dL (milligrammi per decilitro di sangue), mentre quelli del colesterolo, importanti per la corretta salute del cuore e dei vasi sanguigni, dovrà tenersi, per il colesterolo totale, sotto i 200 mg/dL; per quello 'buono' HDL, non inferiore a 45 mg/dL per l'uomo e non sotto i 50 mg/dL per la donna; mentre per il colesterolo 'cattivo' LDL, sono considerati ottimali i valori di mg/dL inferiori ai 115 ma nella normalità quelli che non superano i 130.

Esercizi e corretta alimentazione
Per mantenere stabili questi valori, salvaguardando l'organismo da glicemia e colesterolo, è sufficiente volersi bene. Ma questo cosa vuol dire? Volersi bene significa restare in salute è non controllare in modo spasmodico i parametri segnalati; no, quello che necessita per volersi bene, è una corretta alimentazione che rieduchi e riequilibri l'organismo dall'eccessivo apporto di zuccheri e grassi messi in circolazione. Per fare questo sarà sufficiente una dieta mediterranea a base di vitamine e minerali, assunti grazie a cereali, legumi, frutta, ortaggi e a un basso apporto di sale e zuccheri naturali; se poi aggiungiamo l'utilizzo di extra vergine di oliva nei cibi, si otterrà un beneficio sul processo metabolico di smaltimento dei grassi, l'abbattimento del tasso di glicemia e colesterolo nel sangue e un aumento della produzione di insulina. Il 'top' che segnerà la sconfitta sui valori errati della glicemia e del colesterolo, sarà significativa se interverremo con l'attività fisica che impedirà alla sedentarietà di averla vinta.

Emidio

mercoledì 7 settembre 2016

GOSSIP: LO SFOGO DI NINA MORIC CONTRO LA MADRE E FABRIZIO CORONA



Nina Moric (Foto Di Mauro Monti -Mauro "Kilamdil")


- Nina Moric torna a far parlare di sé e si sfoga nel racconto della sua sofferenza. Sarebbero causa della rigidità della madre e delle regole dell'Opus Dei. - 

 

Ogni volta che si parla di Nina Moric, la supermodella 40enne conduttrice televisiva croata, unitasi in matrimonio con l'ex chiacchierato paparazzo dei vip, #Fabrizio Corona, c'è sempre qualcosa che risale dalle ceneri di un passato pieno di felicità, ma  fatto di compromessi che alla fine diventano indigesti per chiunque; anche per lei. Vediamo cosa rivelano i gossip che le girano intorno, cosa sta accadendo e i motivi della sofferenza della bellissima modella che continua a scontrarsi con l'ex marito e con la donna che più ama, la madre.

Cosa accade a Nina Moric?
Ogni volta che il #gossip nomina #Nina Moric, si sa che nella sua vita sta accadendo qualcosa di felicemente magico o di incredibilmente triste, come ad esempio lo scontro avvenuto con l'ex marito per la pubblicazione di una fotografia del figlio Carlos sul social Instagram. In quell'occasione si sarebbe opposta fermamente per tutelarne la privacy in quanto appena quattordicenne, quindi minorenne per la legge italiana. Quello che più ci stupisce è che la pensavamo felice insieme al suo giovane fidanzato 27enne, il modello-imprenditore di Torre del Greco, Luigi Mario Favoloso, invece la ritroviamo a commentare la sua infelicità, a causa della strana 'relazione' che avrebbe la madre con l'ex genero Fabrizio Corona. 

Complicità fra suocera ed ex genero.
Nina Moric si considera oggi una donna realizzata e felice, grazie alla relazione con il nuovo compagno di Torre del Greco. Il giovane modello italiano è riuscito a tenerla fuori da quella infinità di guai, in cui spesso si è trovata coinvolta a causa della sua irruenza; innamorato di lei, ha fatto di tutto per aiutarla a riemergere dal baratro in cui stava precipitando a causa dell'ex 'paparazzo' dei vip, Fabrizio Corona. Quello che più la rammarica in questo particolare momento di felicità, confessa, sarebbe il rapporto che la madre ha mantenuto con l'ex genero; uno strano rapporto che lo vede preferito a lei in ogni occasione e ricorrenza della vita. Da quello che riferirebbe Nina Moric, sembrerebbe che nelle vacanze estive, per la ricorrenza pasquale o quella natalizia, egli anteporrebbe la compagnia di Fabrizio Corona alla sua; il motivo? Nina Moric dice che il rapporto della madre con Corona, è dovuto all'appartenenza all'Opus Dei che non riuscirebbe a farle accettare il suo divorzio e il desiderio di rifarsi una famiglia. Quello di cui siamo certi, è che la supermodella croata non reagirà più alle provocazioni che in passato l'hanno portata alla depressione, e in riferimento a questo suo ‘trascorso’ aggiunge: "Non continuerò a piangermi addosso, stavolta vi manderò una cartolina". 'Auguri a Nina Moric e al suo nuovo fidanzato che a quanto pare, molto presto la porterà all'altare; ovviamente lontana dalle scelte della madre'.    


sabato 3 settembre 2016

Dalle Catastrofiche Previsioni sulla Fine del Mondo agli Sciami di Stelle Cadenti



Dopo una lunga estate fatta di previsioni sulla possibile funesta sorte del pianeta, ecco una bella notizia rivolta alle stelle cadenti di settembre.


Asteroide 2016Q2A passa a 85mila km dalla terra: 'A settembre nuova era glaciale'?



Appena qualche giorno fa un asteroide è passato 'vicinissimo' alla terra mettendo in allarme gli astrofisici. Cosa potrebbe accadere in futuro?


Ambiente: Cancellare la Deforestazione con il Guerrilla Gardening



Il Guerrilla gardening è un ottimo sistema di rimboschimento, che utilizza il lancio aereo di 'bombe' di semi contro la deforestazione selvaggia.


Segnale inquietante dallo Spazio richiede verifiche e monitoraggio sulla stella HD164595



Un segnale particolare proveniente da una stella è stato captato da esperti astronomi. Allertati dall'evento sono alla ricerca di verifiche.


Sequestro Cannabis a Vibo Valentia e Alghero: ecco cosa è successo



Piantagioni di cannabis sotto sequestro dai carabinieri di Vibo Valentia della Regione Calabria e ad Alghero.